“costruire una testa ben fattaâ€‌ (e. morin) (e. morin) “costruire una testa ben...

Download “Costruire una testa ben fattaâ€‌ (E. Morin) (E. Morin) “Costruire una testa ben fattaâ€‌ (E. Morin)

Post on 28-Oct-2019

0 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • “Costruire una testa ben fatta”“Costruire una testa ben fatta”“Costruire una testa ben fatta”“Costruire una testa ben fatta” (E. Morin)(E. Morin)(E. Morin)(E. Morin)

    Acquisire la capacità Acquisire la capacità Acquisire la capacità Acquisire la capacità di idi idi idi interagire con gli nteragire con gli nteragire con gli nteragire con gli

    altri altri altri altri

    Far strutturare le Far strutturare le Far strutturare le Far strutturare le conoscenze in conoscenze in conoscenze in conoscenze in

    modo organicomodo organicomodo organicomodo organico

    Attivare la capacità di Attivare la capacità di Attivare la capacità di Attivare la capacità di

    lavorare per progettilavorare per progettilavorare per progettilavorare per progetti

    Sviluppare la capacità Sviluppare la capacità Sviluppare la capacità Sviluppare la capacità

    di lavorare in teamdi lavorare in teamdi lavorare in teamdi lavorare in team

    Far acquisire un Far acquisire un Far acquisire un Far acquisire un metodo di studio metodo di studio metodo di studio metodo di studio

    efficaceefficaceefficaceefficace

    Sviluppare Sviluppare Sviluppare Sviluppare le capacità le capacità le capacità le capacità

    logichelogichelogichelogiche

    Sviluppare le Sviluppare le Sviluppare le Sviluppare le capacità di capacità di capacità di capacità di leggere i segni leggere i segni leggere i segni leggere i segni lasciati lasciati lasciati lasciati dall’uomo e ddall’uomo e ddall’uomo e ddall’uomo e dalle alle alle alle civiltàciviltàciviltàciviltà

    Dare strumenti di Dare strumenti di Dare strumenti di Dare strumenti di comunicazione comunicazione comunicazione comunicazione scritta e orale nei scritta e orale nei scritta e orale nei scritta e orale nei vari linguaggi vari linguaggi vari linguaggi vari linguaggi

    Attivare la Attivare la Attivare la Attivare la capacità di capacità di capacità di capacità di lavorare per lavorare per lavorare per lavorare per progettiprogettiprogettiprogetti

    Sviluppare la Sviluppare la Sviluppare la Sviluppare la capacità di capacità di capacità di capacità di risolvere risolvere risolvere risolvere

    problemiproblemiproblemiproblemi

  • Italiano Inglese – L3

    Storia

    Scienze sociali

    Geografia

    Educazione

    Fisica

    Educazione artistica

    Religione

    Educazione

    musicale

    Educazione Educazione Educazione Educazione

    tecnicatecnicatecnicatecnica

    Scienze Scienze Scienze Scienze matematiche, matematiche, matematiche, matematiche, fisiche, chimiche e fisiche, chimiche e fisiche, chimiche e fisiche, chimiche e naturalinaturalinaturalinaturali

    “La realtà cambia a seconda del punto di vista da cui si “La realtà cambia a seconda del punto di vista da cui si “La realtà cambia a seconda del punto di vista da cui si “La realtà cambia a seconda del punto di vista da cui si guarda”guarda”guarda”guarda”

    (G. Galilei)(G. Galilei)(G. Galilei)(G. Galilei) (E. Morin)(E. Morin)(E. Morin)(E. Morin)

    Tedesco — L2

  • “La libertà non è stare sopra un albero. E nemmeno il volo di un gabbiano. La libertà non è uno spazio libero.

    LIBERTA’ E’ PARTECIPAZIONE” (G. Gaber)

    I PILASTRI DELLA SCUOLA INDICATI DALL’ U.N.E.S.C.O.

    PREMESSA

    PERCHE’ EDUCARE AI VALORI DELLA CITTADINANZA L’educazione alla Cittadinanza è rivolta alla formazione della persona e del cittadino. Presuppone la consapevolezza delle regole della “Convivenza civile” e, in quanto tale, apre il varco al problema dell’alterità. La presenza dell’altro pone in primo piano la capacità di relazionarsi e attuare delle scelte responsabili.

    “ IO-TU per aiutarci l’un l’altro ad essere tutto quello e tutti coloro che siamo ”

    (D. Grossman)

    Da qui l’esigenza di sgombrare il campo da pregiudizi e stereotipi che producono falsi valori e chiudono la via al dialogo. L’altro come persona, un par inter pares nella molteplicità delle culture che contraddistinguono la nostra società.

    RAGAZZE E RAGAZZI debbono imparare a

    • CONOSCERE

    • FARE

    • VIVERE CON GLI ALTRI

    • SVILUPPARE LE PROPRIE CAPACITA’ PERSONALI

    EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA

  • Da qui la necessità di una cultura affettiva che educa a riconoscere, comprendere, esprimere e condividere le emozioni e i sentimenti propri ed altrui per non inaridire e privare di senso le relazioni interpersonali che sono alla base della competenza ad esistere.

    “ Essere è essere insieme ”

    (M. Levinas)

    Da qui educazione alla Cittadinanza come risorsa attraverso la quale l’alunno scopre regole, responsabilità personali, forme di partecipazione, comportamenti corretti che sono alla base della sua formazione di cittadino appartenente alla società democratica.

    Da qui educazione alla Cittadinanza come risposta

    ai bisogni degli alunni a livello:

    • dell’ IDENTITÀ e dell’ AUTOSTIMA • della SOCIALITÀ e dell’ APPARTENENZA • dell’ AUTONOMIA e della RESPONSABILITÀ

    che si configurano come competenze cognitive, affettive, sociali.

    L’Educazione alla Cittadinanza promuove i seguenti diritti dei minori :

    (dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti dell’ Infanzia e dell’Adolescenza)

    DIRITTO DI IDENTITA’ : chi si è e come si cambia, crescere secondo i propri ritmi, conoscere le proprie caratteristiche, capacità e limiti, essere riconosciuti dagli altri nella propria individualità.

    DIRITTO DI ESSERE ASCOLTATI dai coetanei, dagli adulti.

    DIRITTO DI APPARTENENZA : sentirsi parte di un gruppo, della classe, del progetto della scuola, della comunità dove si vive, di una storia collettiva, di una cultura capace di aprirsi a problemi più generali.

    DIRITTO DI COMUNICARE per mezzo di linguaggi diversi tra coetanei, con gli educatori della scuola, con persone esterne alla scuola, con linguaggi, esperienze e culture differenti in ambito storico, letterario, artistico, scientifico e tecnologico.

    DIRITTO DI CONOSCERE se stessi, la realtà esterna, l’ambiente fisico, il mondo dei giovani e degli adulti, l’organizzazione sociale e la cultura nei suoi vari aspetti attraverso l’esperienza diretta, i contenuti, i codici linguistici e gli strumenti delle materie scolastiche per arrivare a poter operare scelte consapevoli.

  • COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA DA ACQUISIRE AL TERMINE DELL’ ISTRUZIONE OBBLIGATORIA (tratto dal Regolamento recante norme in materia di adempimento dell’obbligo di istruzione, Allegato 2, Decreto 22, agosto 2007 ) L’elevamento dell’obbligo di istruzione a dieci anni intende favorire il pieno sviluppo della persona nella costruzione di sé, di corrette e significative relazioni con gli altri e di una positiva interazione con la natura sociale.

    • Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento, individuando, seguendo e utilizzando varie fonti a varie modalità di informazione e di formazione (formale, non formale ed informale), anche in funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie del proprio metodo di studio.

    • Progettare: elaborare e realizzare progetti riguardanti lo sviluppo delle proprie attività di studio e di

    lavoro, utilizzando le conoscenze apprese per stabilire obiettivi significativi e realistici e le relative priorità, valutando i vincoli e le possibilità esistenti, definendo strategie di azione e verificando i risultati raggiunti.

    • Comunicare − comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di complessità

    diversa, trasmessi utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) mediante diversi supporti (cartacei, informatici, multimediali)

    − Rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati d’animo, emozioni, ecc. utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) mediante diversi supporti (cartacei, informatici, multimediali).

    • Collaborare e partecipare: interagire in gruppo, comprendendo i diversi punti di vista,

    valorizzando le proprie e le altre capacità, gestendo la conflittualità, contribuendo all’apprendimento comune e alla realizzazione della attività collettive nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri.

    • Agire in modo autonomo e responsabile: sapersi inserire in modo attivo e consapevole nella città

    sociale e far valere al suo interno i prorpri diritti e i bisogni riconoscendo al contempo quelli altrui, le opportunità comuni, i limiti, le regole e le responsabilità.

    • Risolvere i problemi: affrontare situazione problematiche costruendo e verificando ipotesi,

    individuando le fonti e le risorse adeguate, raccogliendo e valutando i dati, proponendo le soluzioni utilizzando, secondo il tipo di problema, contenuti e metodi delle diverse discipline

    • Individuare collegamenti e relazioni: individuare e rappresentare, elaborando argomentazioni

    coerenti, collegamenti e relazioni tra fenomeni, eventi e concetti diversi, anche appartenenti a diversi ambiti disciplinari, e lontani nello spazio e nel tempo, cogliendone la natura sistemica, individuando analogie e differenze, coerenze e incoerenze, cause

Recommended

View more >